(2014 – 2015) Regione Lazio

Valutazione delle politiche pubbliche regionali per la valorizzazione delle aree protette e per la difesa del suolo – Attività II.3 (Prevenzione e gestione del rischio idrogeologico) e II.4 (Valorizzazione delle strutture di fruizione delle aree protette) del POR FESR Lazio 2007-2013

La valutazione aveva il duplice scopo di individuare, da un lato, le cause dei ritardi amministrativi e procedurali nell’attuazione degli interventi e le loro conseguenze sulla realizzazione e fruizione delle opere pubbliche finanziate, dall’altro di definire le azioni correttive per prevenire tali problemi nella futura programmazione. Il lavoro è consistito nell’analisi dei dati di monitoraggio procedurale e finanziario, nel confronto tra i tempi di realizzazione delle opere finanziate dalla Regione Lazio con quelli medi rilevati dal DPS – UVER a livello nazionale, e nella realizzazione di 14 casi di studio articolati nelle seguenti attività: ricostruzione e analisi dei tempi procedurali della Regione Lazio e degli enti beneficiari nelle diverse fasi di attuazione delle opere (progettazione, realizzazione, collaudo e consegna), individuazione dei tempi morti o cd. “tempi di attraversamento”, interviste ai responsabili unici dei procedimenti degli enti beneficiari, e focus group con l’AdG, gli uffici regionali e i beneficiari.

(2014 – 2015) Ministero delle Politiche Agricole Ambientale e Forestali

Valutazione ex-ante e Valutazione Ambientale Strategica del PO Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP) 2014/2020

Guarda il video

La Valutazione ex-ante del Programma Operativo FEAMP è finalizzata a valutare la completezza delle analisi alla base delle scelte effettuate, la coerenza interna tra obiettivi tematici, priorità di investimento e obiettivi specifici, e la pertinenza e la chiarezza degli indicatori selezionati. L’analisi e gli studi finalizzati a definire la presenza e l’eventuale portata degli impatti ambientali del programma sugli ecosistemi marini e terrestri interessati dalle attività di pesca e acquacoltura rappresentano il focus della VAS. Particolare attenzione è rivolta alla ricognizione di potenziali impatti negativi sulle aree della Rete Natura 2000, delle aree marine protette e delle zone umide, a cui è dedicato uno studio di incidenza ambientale che costituisce parte integrante del rapporto ambientale. Altro aspetto di rilievo è l’integrazione dei temi della biodiversità e del cambiamento climatico all’interno della valutazione ambientale, nel rispetto dei più recenti indirizzi in materia.

(2014 – 2016) Dg Clima

Mainstreaming Climate Change into CSF-Funds 2014-2020

La mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici sono temi prioritari nell’ambito delle politiche dell’UE e gli stati membri sono chiamati a contribuire all’azione per il Clima sviluppando appropriate strategie a riguardo. Ismeri Europa è incaricata, per l’Italia, della valutazione del grado d’integrazione delle politiche sui cambiamenti climatici all’interno della programmazione nazionale e regionale per il settennio 2014-2020 dei fondi strutturali e d’investimento europei (FSE, FESR, FEASR e FEAMP); il lavoro rientra nell’ambito di un importante progetto, finanziato da DG Clima, che coinvolge tutti i paesi membri dell’UE  per supportare il percorso di adozione dei programmi operativi per il periodo 2014-2020.

(2013 – 2014) Regione Friuli Venezia Giulia

Valutazione unitaria politiche per l‟energia e il cambiamento climatico

Valutazione finalizzata ad una mappatura del processo di crescita dell’offerta e della domanda di energia che ha interessato negli ultimi anni la Regione mettendo in evidenza i successi, ma anche i limiti, delle scelte politiche degli ultimi anni, dando indicazioni per la futura strategia energetica regionale e evidenziando, in particolare, le principali opportunità legate alla nuova programmazione comunitaria 2014-2020. La valutazione ha visto l’impiego di analisi originali per comparare la performance del Friuli Venezia Giulia con altre aree limitrofe al fine di evidenziare e spiegare differenti comportamenti e risultati e per analizzare la filiera regionale sulle fonti rinnovabili, individuando i principali ostacoli e potenzialità per un suo sviluppo

(2007 – 2008) Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Valutazione Ambientale Strategica del Programma Operativo nazionale Ricerca e Competitività” 2007-2013

La VAS ha avuto la finalità di garantire che le conseguenze ambientali del PON siano considerate sin dalle prime fasi del processo decisionale. Il PON Ricerca e Competitività 2007-13 comprende una serie di attività, dal sostegno agli investimenti produttivi alla creazione di infrastrutture di ricerca, che potenzialmente sono in grado di produrre effetti significativi sull’ambiente. Nello specifico caso la VAS ha assunto un ruolo di primo piano nel creare le condizioni adeguate per l’attuazione delle linee di intervento.